3D MAGAZINE Il blog per restare aggiornati
sul mondo del 3D

Scanner facciale per ipovedenti: nuove frontiere per la realizzazione di ausili tattili

Scanner 3D facciale per ipovedenti di V-GER

Il mondo viene percepito dagli ipovedenti principalmente mediante il senso del tatto. Molte azioni che a un normo-vedente possono apparire immediate, un ipovedente non può compierle senza un ausilio tattile. L’esempio più palese è quello della lettura supportata dal codice braille; ma come svolgere azioni quotidiane, come ad esempio il taglio della barba o delle basette?

Per azioni di questo tipo molto spesso non esistono affatto ausili tattili e la persona ipovedente è costretta a chiedere aiuto a qualcun altro per poterle svolgere.

In questo articolo mostreremo come uno scanner facciale può permettere la ricostruzione del volto in 3D della persona ipovedente e come si possa realizzare la modellazione di una mascherina su misura come ausilio tattile per permettere all’ipovedente di tagliare barba e basette in completa autonomia.

Tutto questo può avvenire in maniera incredibilmente veloce ed efficace grazie agli scanner facciali, ai software di modellazione 3D e alle stampanti 3D.

 

Scanner del volto 3D: ausili tattili per il taglio della barba

In precedenti articoli abbiamo parlato di come gli scanner 3D e le stampanti 3D possono essere la soluzione per la realizzazione di oggetti e componenti su misura come abiti, tappezzerie, pezzi di ricambio, ma anche protesi ortopediche, dentali e ausili per disabili in genere.

Scanner 3D per la scansione del viso per ipovedenti con V-GER

In questa applicazione abbiamo utilizzato uno scanner facciale, spesso utilizzato anche come body scanner, per riprodurre il volto in 3D di un ragazzo ipovedente.

Per lui non era possibile rifinire la barba e le basette da solo. Si è pensato allora di costruire una mascherina in stampa 3D, perfettamente adattata al suo volto e riproducente i profili della barba e delle basette in modo che sia agevole seguirli con il rasoio.

Questa mascherina di taglio rappresenta un vero e proprio ausilio tattile!

Gli scanner 3D e in particolare gli scanner facciali sono dispositivi ottici, che permettono di digitalizzare gli oggetti reali e in particolare il corpo umano, ricostruendone un modello 3D che riproduce in ogni dettaglio la sua forma originale. Attraverso il body scanning e cioè mediante la scansione 3D del corpo umano, è possibile modellare, tramite software di modellazione tridimensionale, vari componenti su misura. È il caso di protesi ortopediche degli arti inferiori, superiori o dentali, oppure di ausili per disabili o ipovedenti.

Per questo lavoro è stato utilizzato uno scanner facciale 3D portatile ad elevatissima risoluzione, EinScan H di Shining 3D, che ha permesso di effettuare la scansione 3D del volto in pochissimi minuti. La tecnologia ibrida, a luce strutturata LED e infrarossa di tipo VCSEL (Vertical Cavity Surface Emitting Laser) permette di ottenere risultati di elevatissima qualità nella scansione 3D del corpo umano e in particolare del viso, essendo anche in grado di acquisire dettagli come barba e capelli, notoriamente un collo di bottiglia per la maggior parte degli scanner 3D ottici.
Il modello risultante dalla scansione 3D del volto è stato poi utilizzato per ricostruire la forma desiderata di barba e basette.

La superficie così modellata è stata chiusa e inviata direttamente ad una stampante 3D FDM, ottenendo la mascherina di taglio per il ragazzo ipovedente.

Il risultato ottenuto costituisce una nuova tipologia di ausilio tattile per ipovedenti!

Grazie allo scanner facciale EinScan H di Shining 3D il ragazzo ipovedente è adesso in grado finalmente di svolgere l’operazione di taglio della barba e delle basette in maniera del tutto autonoma, ottenendo il risultato desiderato, anche senza potersi mettere davanti a uno specchio.

 

Scanner facciale: tutte le applicazioni

Il caso studio che abbiamo presentato è solo una delle miriadi di applicazioni realizzabili grazie alla scansione facciale e alla ricostruzione del volto in 3D.

Altre possibili applicazioni riguardano la costruzione di oggetti e accessori su misura per il volto e per il capo, come occhiali, copricapi, cappelli, tatuaggi.
Il modello del volto in 3D può essere anche utilizzato per scopi medici, ad esempio per pianificare eventuali interventi di chirurgia estetica o per progettare e realizzare protesi su misura.

Tutte queste applicazioni possono essere estese ovviamente all’intero corpo umano, utilizzando un body scanner.

 

Se questo articolo ti è piaciuto, scopri di più su EinScan H di Shining 3D (mettere link) e continua a seguirci su questo 3D magazine e su Facebook!

Contattaci!

 


    cliccando sul pulsante acconsenti all'iscrizione alla Newsletter

    Facebook
    Twitter
    YouTube
    LinkedIn
    Sketchfab