BodyScan per protesi personalizzate

Presentato il progetto “In gamba” alla Maker Faire di Roma: attraverso la Scansione 3D di una gamba sana è stata creata una protesi del tutto simile, che è stata poi stampata in 3D.

“In gamba!” è il progetto di ShapeMode che ha permesso di realizzare un rivestimento personalizzato della una protesi di un paziente, con una forma estremamente fedele alla realtà.

Attraverso la Scansione 3D della parte del corpo interessata, e la successiva modellazione del file, è stata creata una copertura del tutto simile all’arto mancante, che è stata poi stampata in 3D.

 

Come nasce il progetto “In gamba!”

Il progetto nasce dall’esigenza di un paziente, Marco, che difficilmente accettava la sua nuova figura. L’amputazione infatti gli ha generato una visibile disarmonia, ed era per lui molto difficile accettare la nuova immagine di se stesso davanti allo specchio.

 

Presentazione Progetto “In gamba” – Proto Credits V-GER

 

E’ in questa circostanza che è nato il progetto “Ingamba”, per realizzare una copertura della protesi che possa adattarsi perfettamente al nuovo corpo. Ecco perché abbiamo fatto una scansione 3D del corpo del paziente.

 

Come è stato realizzato

Scansione 3D e Body Scanning

Per avere una base di riferimento su cui creare la nuova copertura della protesi, ShapeMode ci ha chiesto di effettuare una Scansione 3D di entrambi gli arti inferiori del paziente.

Abbiamo scansionato perciò la gamba sana e l’arto con la protesi utilizzata, acquisendo la forma e le misure reali per lavorarli poi in una mesh 3D.

Per realizzare questa scansione abbiamo utilizzato lo scanner 3D Creaform Go!SCAN50, ideale anche per il bodyscanning, perché permette velocemente di acquisire la forma del corpo senza necessità di applicare riferimenti.

Lo scanner infatti si autoposiziona grazie alle geometrie, alla forma del corpo e al colore che acquisisce, ed essendo uno strumento metrologico permette di misurare con certezza le parti.

 

Scansione 3d e Stampa 3d Protesi a confronto – Photo Credits V-GER

 

Il nuovo disegno

Acquisite e misurate le esatte forme in 3D, Riccardo Gatti di CRDesignStudio, ha ri-disegnato una copertura personalizzata per la protesi, a partire dai dati di scansione 3D.

Questo lavoro ha permesso di ottenere un file che si adatta perfettamente al corpo del paziente, molto diverso dalle coperture standard che sono impiegate per le protesi.

La stampa 3D

Infine, con la stampante 030X di DWS è stata creata la nuova copertura. Per la stampa 3D è stato utilizzato un materiale leggero e con una attenzione alla forma ma soprattutto allo stile – contrariamente alle usuali coperture in gomma o in plastica.

 

BodyScanning e Stampa 3D nel settore Medicale

A seguito di questo progetto, Marco, che era alla ricerca di qualcuno che lo aiutasse nella scansione e stampa di una cover per la sua protesi personalizzata, è riuscito a vedere realizzata la sua idea.

All’ultima edizione della Maker Faire di Roma siamo stati anche noi partecipi della presentazione del progetto, insieme agli altri partners che hanno partecipato alla realizzazione.

Ecco ancora una volta un pratico esempio di come le nuove tecniche di Scansione e la Stampa 3D permettono applicazioni che possono veramente migliorare la vita dell’uomo.

 

Hai domande, dubbi o vuoi dirci la tua opinione su questo articolo? Scrivici!