Bocchini per Sax personalizzati: ecco come realizzarli grazie agli scanner 3D

Bocchino per sax personalizzato con scanner 3D di V-GER

È noto che il musicista ha un rapporto affettivo con il proprio strumento, che durante il tempo diventa parte integrante della sua personalità, grazie anche a variazioni o usure che lo rendono ancora più familiare ed a volte unico.

Il caso certamente più famoso di questo fenomeno è la tromba con la campana storta di Dizzy Gillespie, la cui forma era stata generata da un incidente; il suono che ne uscì dopo la deformazione colpì talmente Gillespie che volle far riprodurre la stessa forma per ottenere lo stesso suono trovato in modo casuale.

Questo vale per qualsiasi strumento a fiato; per il sassofonista ad esempio il bocchino è una parte molto importante e dalla forma dell’imboccatura dipende spesso la tecnica di emissione da utilizzare per la riproduzione del suono desiderato.

Cosa succede allora quando un bocchino per sax già usato e modellato dal tempo sulla bocca del musicista si rompe o si danneggia? La prima soluzione è rivolgersi ai rivenditori per ordinare una nuova imboccatura, con lo svantaggio però di dover ricalibrare la propria tecnica di emissione, o di attendere del tempo prima che l’imboccatura si comporti come la precedente, col rischio che ciò non avvenga mai.  Non meno significativo è poi il caso di musicisti che utilizzano bocchini vintage, rari o fuori produzione per i quali può essere difficile se non impossibile reperire una copia esatta di quella danneggiata.

In questo articolo mostreremo come gli scanner 3D e la stampa di pezzi 3D, con l’ausilio di software specifici, possono venire in aiuto alle case produttrici o ai rivenditori di strumenti musicali, per realizzare imboccature personalizzate in sostituzione di quelle danneggiate.

 

Scanner 3D e Stampanti 3D per rimodellare bocchini per sax personalizzati

In un precedente articolo abbiamo parlato di come gli scanner 3D e le stampanti 3D possono essere la soluzione per la realizzazione di pezzi di ricambio, altrimenti irreperibili sul mercato. La stessa cosa è applicabile al caso in cui un musicista si rivolga a un produttore per ottenere un ricambio del proprio bocchino danneggiato.

Il produttore in questo caso può vendere al proprio cliente una imboccatura nuova oppure, utilizzando scanner 3D, stampanti 3D e software di modellazione dedicati, potrebbe offrire al musicista un servizio veramente innovativo: la ricostruzione esatta del bocchino per sax personalizzato recuperando nei minimi dettagli la forma modellata nel tempo dall’utilizzo dello strumento.

 

Bocchino per sax con scansione 3D di V-GER

Bocchino per sax con scansione 3D di V-GER

 

Gli scanner 3D sono dispositivi ottici innovativi e in continuo e rapido sviluppo che permettono di digitalizzare gli oggetti reali, ricostruendone un modello 3D completo, da utilizzare per le più svariate applicazioni. Cioè a partire da un oggetto fisico, lo scanner 3D riproduce ogni dettaglio della sua forma e permette l’archiviazione del modello digitale 3D sotto forma di mesh triangolare o di nuvola di punti, nei più comuni formati di interscambio e cioè STL, OBJ, PLY, ecc.

E’ chiaro che la possibilità di avere a disposizione un modello 3D virtuale di qualsiasi oggetto, anche il più complesso, a breve rivoluzionerà la stragrande maggioranza delle attività produttive e manifatturiere, grazie anche al fatto che abbinando uno scanner 3D a una stampante 3D, tutti i processi di prototipazione di componenti possono essere incredibilmente velocizzati e ottimizzati.

Il file risultante da una scansione 3D infatti può essere inviato a una stampante 3D per consentirne la riproduzione, utilizzando vari materiali, a seconda dell’applicazione.

Nel caso della modellazione 3D dei bocchini per sax personalizzati, il modello digitale va realizzato sul pezzo usato e danneggiato. Chiaramente quindi il modello 3D non potrà essere immediatamente mandato in stampa ma dovrà essere rimodellato in 3D, andando a ricostruire tutte le parti danneggiate, ma anche riproducendo alcuni segni dell’usura, che rendono invece l’imboccatura così speciale per il musicista.

Questo lavoro, affidato a mani esperte, e mediante l’utilizzo di scanner 3D professionali e a elevatissima risoluzione, consentirà la realizzazione di bocchini unici, modellati su ciascun musicista.

Ovviamente esistono molti tipi di scanner 3D e moltissimi tipi di stampanti 3D, per cui è sempre bene farsi consigliare da esperti del settore prima di effettuare un eventuale acquisto, in modo da scegliere la soluzione più adatta alla propria applicazione e spendere solo per ciò che effettivamente ci serve.

 

Bocchino per sax con ScanRider 1.2 e stampante 3D di V-GER

 

La realizzazione di un bocchino per sax su misura grazie all’utilizzo di ScanRider 1.2

ScanRider 1.2 è uno scanner da tavolo a luce strutturata ad altissima risoluzione e brevettato. Viene molto utilizzato nel settore dell’oreficeria, poiché consente la realizzazione di modelli 3D di oggetti anche molto piccoli a elevata definizione.

In questa applicazione questo scanner è stato utilizzato per la ricostruzione del modello digitale 3D del bocchino per sax ormai danneggiata, cui un musicista era particolarmente affezionato. Infatti, il tempo e l’usura avevano già rimodellato l’imboccatura, rendendola unica e inimitabile.

ScanRider 1.2 ha permesso la realizzazione del modello 3D e l’utilizzo di software di modellazione 3D hanno permesso di ricreare le superfici danneggiate e di ottimizzare quelle usurate, in modo da restituire al musicista il piacere di suonare come prima.

La difficoltà maggiore che si poteva incontrare in questa applicazione era la scansione 3D delle cavità molto profonde e anche la rimodellazione, ma ScanRider 1.2 e il lavoro dei professionisti di V-GER in collaborazione con la WBS di Milano, società produttrice di imboccature originali prodotte esclusivamente con stampanti 3D e con materiali biocompatibili, hanno trasformato questa applicazione in un successo.

Questo tipo di applicazione può sicuramente dare luogo a nuove opportunità sia per i musicisti che per i produttori.

 

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirci su questo 3D Magazine e su Facebook!

Contattaci!